Gian Lorenzo Bernini

Gian Lorenzo Bernini: Maestro dell'Arte nel Seicento Italiano

  • Aggiornato venerdì, 01 dic 2023

Gian Lorenzo Bernini, nato a Napoli nel 1598 e scomparso a Roma nel 1680, fu un poliedrico genio del Seicento italiano. Celebre architetto, scultore, scenografo, pittore e autore teatrale, Bernini è noto per le sue sculture dinamiche e pittoriche, con movimenti a spirale e vibranti nello spazio.

Le immagini fornite sono esclusivamente a scopo illustrativo e potrebbero non riflettere esattamente la realtà del prodotto o del contesto.

Nacque a Napoli nel 1598 e scomparve a Roma nel 1680. Fu un grande architetto, scultore, scenografo, pittore e autore di teatro. Rappresenta uno dei personaggi dominanti del Seicento italiano; le sue sculture sono caratterizzate dal movimento a spirale e da un pittoricismo che le fa vibrare nello spazio.

Lavorò quasi esclusivamente a Roma, da cui si allontanò per pochi mesi nel 1665, chiamato a Parigi per il rinnovamento del Louvre. Ebbe la sua prima educazione artistica sotto la guida del padre Pietro; si formò a Roma, sommando il virtuosismo tecnico del tardo manierismo allo studio del naturalismo ellenistico, le suggestioni dei grandi maestri del Cinquecento al classicismo della pittura dei Carracci. Tale formazione appare evidente nei gruppi marmorei di "Giove fanciullo e la capra Amaltea" del 1615 ca., nel "Ratto di Proserpina" del 1621-22, nel "David" del 1623, in "Apollo e Dafne" del 1622-25.

di Concetto Vecchio




Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità e condividere la nostra passione!


Trova Ciò Che Ti Appassiona


Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi...

Scopri di più

Privacy Policy Cookie Policy

Seguici sui social

Clicca qui per rimanere connesso con noi sui social!


Copyright © 2023 Web Concetto - Sito realizzato da CVSolutions. Tutti i diritti riservati.